Ricerca
Close this search box.

Hic et nunc, il qui e ora

Tempo di lettura: 5 minuti

Hic et nunc, qual è il significato e perché è importante nella psicologia della mente umana.

1. Hic et nunc: significato

Hic et nunc è un‘espressione la cui traduzione dal latino è qui e ora, cioè subito, immediatamente ed è usata spesso per dare un ordine o nell’eseguirlo (Treccani).

La sua origine è di solito attribuita al celebre Orazio, poeta romano vissuto tra il 65 e l’8 a.C. Ed è associata a un’altra sua espressione, Carpe diem, cioè cogli l’attimo.

Orazio scriveva che all’uomo non è dato di conoscere il futuro, né tantomeno di determinarlo.

L’uomo può intervenire soltanto sul presente ed è pertanto necessario che egli concentri lì le sue azioni.

In ogni sua manifestazione deve cercare di cogliere sempre le occasioni, le opportunità e le gioie che si presentano oggi, accantonando vane speranze o timori per il futuro, o evitando di rimuginare su quanto accaduto in passato.

Un pensiero analogo si riscontra nella filosofia orientale.

2. Il qui e ora nella presenza mentale

In particolare il concetto di presenza mentale è stato descritto in maniera molto semplice dal monaco vietnamita Thic Nhat Hanh (1926 – 2022) nelle sue numerose opere.

Si tratta in pratica di vivere le proprie esperienze, anche le più semplici, come lavare i piatti, mantenendo l’attenzione focalizzata, attimo per attimo, su ciò che sta accadendo.

Thic Nhat Hanh suggerisce di mantenere alta la consapevolezza di quello che si vive e di cui si fa esperienza.

Nel caso intervenga qualcosa di estraneo che ci distrae, basta semplicemente esserne consapevoli e riportare la nostra attenzione su quello che stiamo facendo o pensando.

Questo semplice accorgimento ci permetterà di vivere ogni esperienza in modo completo e intenso, offrendoci la possibilità di scoprire il piacere anche nelle cose semplici a cominciare dal caffè che prendiamo al mattino, spesso in modo frugale e frettoloso.

Ma perché tendiamo a distrarci?

3. Attenzione e concentrazione

L’attenzione è uno dei più importanti processi cognitivi della mente grazie ai quali viviamo le nostre esperienze quotidiane attraverso le informazioni provenienti dai sensi e che sono davvero tante, troppe per essere gestite contemporaneamente.

La memoria, infatti, altro processo cognitivo essenziale, può elaborare soltanto una minima parte delle informazioni che rileviamo dai sensi che George Miller ha quantificato in 7 +/- 2.

Ogni informazione o gruppo di informazioni che superi i 5 – 9, viene di fatto ignorata dalla mente salvo che non riguardi la sopravvivenza stessa.

Come quando, per esempio, sei immerso nei pensieri e qualcuno all’improvviso attraversa la strada, davanti alla tua auto. In quel caso una porzione della mente è fortunatamente riservata alle emergenze per garantirci la necessaria sicurezza per la vita.

Diversamente, le possibilità che la nostra attenzione vaghi qua e la sono tante, a meno che non dedichi un po’ di tempo per allenarti, fare cioè pratica attraverso esercizi mirati.

Vediamone alcuni.

4. La pratica della presenza mentale

Per vivere Hic et nunc, qui e ora, puoi esercitarti:

  • mantenendo l’attenzione sul respiro
  • facendo un’attività come il tai chi chuan
  • scrivendo
  • dipingendo

tutte attività che richiedono di concentrare l’attenzione su qualcosa.

Attenzione sul respiro

Il mantenimento dell’attenzione sul respiro è il tipo di pratica suggerita proprio da Thic Nhat Hanh. Respiriamo continuamente ogni giorno, ma lo facciamo in modo automatico senza esserne consapevoli.

Puoi cominciare con dieci cicli di respirazione ogni giorno, preferibilmente al mattino.

Un ciclo comprende le fasi di:

  • inspirazione
  • trattenimento del respiro per qualche secondo
  • espirazione.

Durante l’esecuzione della pratica, nota ogni più piccolo particolare, dall’aria che entra nelle narici, ai polmoni che si espandono, l’addome che si solleva e così via.

Ti accorgerai, fin da subito, che respirare e mantenere l’attenzione sul respiro ti farà provare inoltre un piacevole senso di benessere e di rilassamento, molto utile per smaltire gli effetti dello stress quotidiano.

Il Tai chi chuan

Puoi praticare la presenza mentale anche muovendoti, facendo una qualsiasi attività richieda concentrazione, come il Tai chi chuan per esempio.

È un’arte marziale molto efficace se eseguita a velocità normale.

Se la esegui invece molto lentamente richiede di essere molto concentrato per controllare, in ogni istante, la posizione del tuo baricentro. In tal modo riesci a mantenere l’equilibrio e ad eseguire i movimenti in modo preciso e armonioso.

Per noi occidentali è necessario di solito frequentare una palestra per praticare il Tai chi chuan. In oriente, invece, perfino in una megalopoli come Shanghai le persone praticano il tai chi chuan in gruppi, anche su un largo marciapiede, magari al mattino prima di andare al lavoro.

Io trovo molto piacevole farlo negli ampi spazi verdi del parco di Villa Pamphili, a due passi da casa mia. Lì trovo aria pulita, tanto verde ed energia proiettata dai tanti alberi di pino marittimo.

Puoi dedicare il tempo che vuoi al Tai chi chuan, da pochi minuti a un’ora e oltre perché è un’attività a basso impatto, tanto da essere spesso definita come dolce.

Scrivere

Il mantenimento dell’attenzione, in particolare sui pensieri, è quello che puoi fare per esempio scrivendo.

Puoi scrivere articoli su un blog come questo oppure racconti o romanzi.

Quando scrivo, mantenere l’attenzione, quindi concentrandomi sui pensieri, su quello che voglio scrivere, mi fa entrare in uno stato di flusso, una trance ipnotica, perdendo quasi del tutto la consapevolezza del tempo e del mondo esterno, mentre le dita corrono sui pulsanti della tastiera.

Dipingere

Anche dipingere, infine, è un buon modo di focalizzare l’attenzione, passando dall’immagine mentale alla sua trasposizione sul foglio, su una tela o sul display di un tablet.

Queste e molte altre attività possono migliorare la tua capacità di vivere il presente, il qui e ora, l’ Hic et nunc appunto.

5. Hic et nunc e neurologia

Dal punto di vista neurologico, lo spostamento dell’attenzione dall’esterno all’interno, stimola peraltro il cervello a produrre onde elettriche a bassa frequenza, le alfa e le theta, e la sincronizzazione dei neuroni che migliora inoltre la creatività, l’apprendimento e il benessere in generale.

La concentrazione dell’attenzione, che conosciamo anche come meditazione, stimola invece la produzione delle onde cerebrali più veloci, cioè le gamma come si è potuto constatare studiando il cervello dei grandi meditatori come i monaci tibetani.

Questi ultimi raggiungono il ragguardevole risultato di circa 60.000 ore di meditazione. Attraverso le tecniche di neuro immagini, PET e rFMI, è stato possibile rilevare che la parte del cervello implicata nella meditazione è perfino cresciuta fisicamente attraverso la cosiddetta neuro plasticità ovvero la produzione di nuove cellule neuronali.

Il significato del concetto del qui e ora, Hic et nunc o carpe diem come vedi va ben oltre il pensiero filosofico, per quanto la Filosofia sia la scienza che ha preceduto la nascita della Psicologia.

Dai grandi filosofi del passato come Orazio a quelli attuali come Thic Nhat Hanh fino ai moderni scienziati che continuano ad esplorare i tanti misteri che ancora avvolgono il cervello e la mente umana, possiamo dunque raccogliere anche utili e pratiche indicazioni sul come impiegare al meglio la nostra mente per vivere in modo consapevole, l’hic et nunc.

 

Bibliografia

Thic Nhat Hanh, Il miracolo della presenza mentale, Astrolabio Ubaldini

Bear, M.F., Connors, B.W., Paradiso, M.A., Neuroscienze – esplorando il cervello, 2012, Elsevier

Vargiu, G., Le onde del successo, 2023, Youcanprint 

Vuoi approfondire la conoscenza della tua mente per usarla al meglio?

Scarica subito l’estratto gratuito del mio libro

LE ONDE DEL SUCCESSO

 

Gli articoli che leggi sono un mio libero contributo alla tua felicità e al tuo benessere e sono gratuiti. Sarò veramente felice quando vorrai condividerlo e scriverai qui di seguito un tuo commento, importantissimo per conoscere il tuo punto di vista.

Recensioni

Non ci sono ancora commenti. Sii il primo a scrivere una.

Lascia una recensione

Potrebbero interessarti

Articoli correlati

Buoni propositi
CoachingMente e Cervello

I tuoi buoni propositi per l’anno nuovo

Oggi parliamo di buoni propositi per l’anno nuovo, come capire i tuoi e programmarli per farli realizzare. Versione audio dell’articolo...
Mente e CervelloScienze olistiche

Come ipnotizzare

Come ipnotizzare una persona, cosa vuol dire davvero e quali sono le tecniche di ipnosi più efficaci per essere più...
Il metodo del puzzle per studiare
Mente e Cervello

Il metodo del puzzle per studiare

In questo articolo ti parlerò di metodi per studiare in modo facile e veloce. In particolare te ne suggerirò uno,...

Scopri il potere della tua mente!

Acquista ora

LE ONDE DEL SUCCESSO

Scopri i segreti della tua mente per vivere una vita più ricca e appagante.

Il mio libro

LE ONDE DEL SUCCESSO  apprendimento, creatività e benessere negli stati di coscienza alfa, theta e gamma 

è proprio l’opportunità che stavi aspettando.

Acquista ora

LE  ONDE DEL SUCCESSO

e inizia il tuo viaggio verso una vita più appagante e creativa!