Ricerca
Close this search box.

Imparare ad imparare

Tempo di lettura: 5 minuti

Articolo aggiornato il 24 Dicembre 2023

In questo articolo ti parlerò di cosa vuol dire imparare ad imparare e come farlo nella maniera più consona alla fisiologia della mente.

Perché non riesco a studiare?

Come posso fare a studiare velocemente?

Non sono capace di imparare quell’attività.

Sono domande e affermazioni che spesso sento dire da giovani studenti o anche da persone adulte che pensano di non essere in grado di imparare come gli altri.

In realtà tutti, come ogni essere umano, siamo in grado di imparare qualsiasi cosa in modo spontaneo oppure adottando specifici metodi.

Cerchiamo allora di capire un po’ di più su ciò che vuol dire e implica sapere come imparare.

1. Imparare: significato

Imparare è una parola che deriva dal latino inparare, composta da in e parare e che vuol dire procurare. Più in generale imparare significa acquistare cognizione di qualche cosa, o fare propria una serie di cognizioni (relative a un’arte, a una scienza, a un’attività), attraverso lo studio, l’esercizio, l’osservazione, la pratica oppure seguendo l’esempio di altri.

Si può pertanto imparare in modo spontaneo e naturale, inconsapevole senza cioè rendersi conto che si sta imparando qualcosa.

Quando, per esempio, in passato hai toccato un oggetto troppo caldo, come la tazza del latte o il coperchio di una pentola sui fornelli, hai imparato in modo automatico e istantaneo che toccare oggetti troppo caldi ti produce una scottatura più o meno dolorosa.

Nel caso in cui, invece, hai deciso di imparare qualcosa, come una nuova attività o nuovi concetti, allora ti sei trovato di fronte alla necessità di capire come farlo nel modo migliore.

Per imparare a fare qualcosa di nuovo, come uno sport o un’attività legata al tuo lavoro, ti sarai affidato a qualcuno che te lo ha insegnato e ti ha fatto provare e riprovare oppure lo hai fatto da solo, cimentandoti in una serie di prove ed errori (il cosiddetto metodo empirico) fino a riuscire a farlo.

Imparare nuovi concetti invece ti ha richiesto di adottare un qualsiasi metodo, come quello più comune che consiste semplicemente nel leggere e ripetere un certo numero di volte fino a renderti conto che sei in grado di ricordarlo senza guardare più il testo.

Se vuoi imparare una poesia o, come mi capita spesso, il copione di uno spettacolo teatrale è pressoché indispensabile ripetere tante volte fino ad imparare parola per parola, indipendentemente dal significato.

Assimilare nuovi concetti, invece, richiede forse qualcosa in più e di diverso.

Quando si può dire allora di aver imparato?

2. Imparare con l’apprendimento significativo

Secondo la Teoria dell’apprendimento per assimilazione di David Ausubel, psicologo americano, i nuovi concetti si imparano davvero soltanto nel momento in cui siamo in grado di collegarli agli altri che sono già conservati nella memoria a lungo termine.

Se, per esempio, devi apprendere il concetto di temperatura, riuscirai ad assimilarlo nel momento in cui dirai è quella sensazione di caldo o freddo che percepisci quando tocchi un oggetto e che puoi misurare con uno strumento chiamato termometro.

Questo, in estrema sintesi, è quello che si chiama apprendimento significativo, quello che cioè accade quando sei in grado di attribuire un tuo significato ai nuovi concetti da imparare. Il significato è infatti soggettivo perché dipende dalla quantità e dal tipo di concetti che conserviamo in memoria e che possono essere diversi da persona a persona.

Per chi, per esempio, possiede un patrimonio più ampio e specifico di concetti, la temperatura di un corpo sarà una proprietà fisica che misura lo stato di agitazione delle molecole che lo compongono.

Come si fa allora a imparare rispettando il normale modo di funzionamento della mente?

Per imparare ad imparare in maniera più efficace, tanto da riuscire così a studiare e soprattutto a studiare velocemente e bene, puoi adottare uno schema semplice in 4 mosse, applicabile per ogni circostanza di apprendimento.

3. Imparare ad imparare in 4 mosse

Un modello semplice di apprendimento si fonda su 4 mosse ovvero:

  1. raccogliere le informazioni
  2. cercare il significato
  3. collegare i concetti a quelli già in possesso
  4. memorizzarli

1. Raccogliere le informazioni

La raccolta delle informazioni avviene attraverso la lettura di testi, in formato cartaceo o digitale, l’ascolto delle lezioni tenute da un insegnante, in presenza oppure attraverso video conferenze o video pre registrati sui vari canali.

2. Cercare il significato

Dal materiale così acquisito è poi necessario individuare le parole e quindi i concetti ai quali non sei in grado di attribuire un significato. Per far questo puoi, prima di tutto, utilizzare un buon vocabolario, cartaceo o digitale, strumento che dovresti avere sempre accanto quando studi per andare a cercare il significato della parola. Già consultando il vocabolario troverai, oltre la definizione del lemma, anche i vari esempi d’uso nel linguaggio comune o in ambito specifico.

3. Collegare i nuovi concetti a quelli vecchi

Per ciascuno dei nuovi concetti devi poi cercare nella tua memoria tra i concetti vecchi quelli ai quali associare per similitudine quelli nuovi.

4. Memorizzare i nuovi concetti

Infine, quando avrai compreso il significato dei nuovi concetti potrai passare alla fase di memorizzazione da ottenere attraverso:

Dal momento in cui avrai assimilato i nuovi concetti, la tua memoria avrà subito un processo di modifica della rete di informazioni, integrata da quelle nuove. Nelle volte successive, perciò, potrai sfruttare i concetti appena acquisiti per favorire un più facile apprendimento di concetti più complessi.

Ecco perché, indipendentemente da ciò che si studia e si impara, bisognerebbe alimentare con regolarità il proprio patrimonio dei concetti.

Ma si può conoscere quali concetti abbiamo conservati in memoria?

4. La mappa dei concetti

Puoi sapere quanti e quali concetti possiedi e come sono collegati tra loro, utilizzando uno strumento molto potente, la mappa concettuale.

È uno strumento grafico, che puoi disegnare a mano oppure utilizzando apposite applicazioni. Essa fa parte della Teoria dell’educazione di Joseph Novak, professore americano, la quale si fonda proprio sulla Teoria di Ausubel di cui accennavo prima.

Puoi utilizzare la mappa concettuale in fase di studio oppure per fare appunto una verifica di quello che hai appreso riguardo a un argomento.

Imparare dunque è una capacità, un’arte che chiunque può…imparare, scoprendo le caratteristiche e le modalità con le quali la mente umana apprende ogni giorno. Imparare ad imparare, attraverso metodi e tecniche specifiche, può esserti utile per capire come studiare, specie come farlo in modo piacevole, coinvolgente e, soprattutto, come studiare velocemente per accumulare più in fretta un ricco patrimonio…di concetti.

Mappa mentale imparare ad imparare
Mappa mentale articolo

Bibliografia

Ausubel, D. (1962) A subsumption theory of meaningful learning and retention, “Journal of General Psychology”, vol 66, pp. 213-224

Ausubel, D. (1963) The psychology of meaningful verbal learning, New York: Grune & Stratton

Ausubel, D. (1968) Educational psychology: a cognitive view, New York: Rinehart & Winston, trad. it. Educazione e processi cognitivi. Guida psicologica per gli insegnanti, Milano: Franco Angeli, 1998.

Novak, J., Costruire mappe concettuali, Trento: Centro studi Erickson

 

Gli articoli che leggi sono un mio libero contributo alla tua felicità e al tuo benessere e sono gratuiti. Sarò veramente felice quando vorrai condividerlo e scriverai qui di seguito un tuo commento, importantissimo per conoscere il tuo punto di vista.

Recensioni

Non ci sono ancora commenti. Sii il primo a scrivere una.

Lascia una recensione

Potrebbero interessarti

Articoli correlati

leadership
Mente e Cervello

Qui comando io! La Leadership

Oggi ti parlo di Leadership, del significato, dei diversi stili e come puoi essere più efficace nella gestione dei tuoi collaboratori per raggiungere...
Ritmi circadiani
Mente e Cervello

I ritmi circadiani e gli orologi del corpo

In questo articolo ti parlerò dei ritmi o cicli circadiani, cosa sono e come influenzano la nostra vita. Versione audio...
Cosa fare in quarantena
CoachingMente e Cervello

In quarantena si, ma operativi!

Ecco cosa fare in quarantena per trasformarla da crisi a opportunità e cosa fare per vivere questo tempo in maniera piacevole...

Scopri il potere della tua mente!

Acquista ora

LE ONDE DEL SUCCESSO

Scopri i segreti della tua mente per vivere una vita più ricca e appagante.

Il mio libro

LE ONDE DEL SUCCESSO  apprendimento, creatività e benessere negli stati di coscienza alfa, theta e gamma 

è proprio l’opportunità che stavi aspettando.

Acquista ora

LE  ONDE DEL SUCCESSO

e inizia il tuo viaggio verso una vita più appagante e creativa!