L’apprendimento significativo: imparare davvero

Tempo di lettura: 7 minuti

Articolo aggiornato il 15 Luglio 2022

L’Apprendimento significativo è un efficace modo per apprendere basato sulla scelta di trovare un legame tra le nuove informazioni e ciò che già conosci bene.

Trovi che studiare sia noioso?

Cerchi un metodo efficace per imparare presto e soprattutto bene?

È proprio quello di cui ti parlo oggi, l’apprendimento significativo, grazie al quale potrai finalmente utilizzare un metodo di studio adatto ai tuoi processi cognitivi e perciò efficace per:

  • la comprensione
  • la memorizzazione e
  • la velocità di apprendimento.

1. L’apprendimento

Tra i processi cognitivi l’apprendimento occupa senza dubbio un posto di rilievo perché è quello che ci consente, fin dai primi attimi di vita, di imparare tante cose nuove, necessarie per adattarci all’ambiente che ci circonda.

La parola apprendimento deriva da apprendere, acquistare la cognizione cioè la conoscenza di qualcosa. È tra i processi cognitivi quello che consente di acquisire, o anche modificare, nuove informazioni e modelli di comportamento per far sì che l’individuo si adatti in modo adeguato all’ambiente circostante.

Si può apprendere in modo:

  • implicito
  • esplicito

Apprendimento implicito

L’apprendimento avviene in modo implicito quando impari qualcosa senza averne la consapevolezza. Quando, per esempio, ti scotti e impari che devi evitare di toccare a mani nude oggetti troppo caldi.

Apprendimento esplicito

Quando, invece, sei alla tua scrivania per studiare un capitolo del libro di Psicologia cognitiva allora sei consapevole che ti stai adoperando per apprendere nuove conoscenze e, in questo caso, l’apprendimento è esplicito.

Nel momento in cui decidi di imparare ti puoi trovare di fronte al dilemma di come farlo ovvero in modo:

  • meccanico
  • significativo

Apprendimento meccanico

Puoi apprendere in modo meccanico, trascurando quindi la comprensione e concentrandoti soltanto sulla memorizzazione.

È proprio quello che accade quando ripeti tante volte ciò che devi imparare fino a che ti accorgi che la sai. Questo, nello studio scolastico corrisponde al tradizionale quanto vetusto e alquanto noioso metodo, ammesso che si possa definire metodo, del leggi e ripeti. In realtà ci sono casi in cui l’apprendimento meccanico è necessario o addirittura vantaggioso come quando devi imparare dei numeri di telefono oppure, come capita anche me, il copione dello spettacolo teatrale parola per parola.

Quando, invece, decidi che vuoi comprendere ciò che devi imparare, in questo caso devi applicare i principi dell’apprendimento significativo.

2. L’apprendimento significativo

L’apprendimento significativo è il cuore della Teoria dell’apprendimento per assimilazione di David Paul Ausubel, noto psicologo statunitense.

David Ausubel
David Ausubel

Secondo Ausubel l’apprendimento significativo è come un processo attraverso il quale le nuove informazioni entrano in relazione con dei concetti preesistenti nella struttura cognitiva della persona la quale è l’unica a scegliere di mettere in atto tale processo e attribuire un significato.

Affinché si realizzi l’apprendimento significativo è necessario che siano soddisfatte tre condizioni:

  • L’esistenza di conoscenze precedenti
  • La disponibilità di materiale significativo
  • La scelta di apprendere in modo significativo

Tutto parte, comunque, dal significato.

Concetto di significato

Nel mondo animale l’uomo detiene il primato della singolare capacità di attribuire delle etichette, che oggi chiamiamo tag, a eventi oppure oggetti che evidenziano delle caratteristiche ricorrenti, delle costanti.

Il significato che attribuiamo alle cose non è assoluto, anzi è del tutto personale, dipende infatti dalle esperienze di ciascuno e dal contesto nel quale la persona vive.

Immagina, per esempio, un tozzo di pane raffermo. Per una persona che vive in città, in una condizione di benessere, esso è un oggetto che non è più utile da mangiare oppure da utilizzare, come accadeva un tempo, per cucinare delle polpette o addirittura come cibo per le galline.

Lo stesso pezzo di pane raffermo è invece cibo prezioso, da non sprecare assolutamente, per un bambino del Kenia, come quelli che io stesso ho visto, il quale deve ogni giorno risolvere il problema di procacciarsi il cibo, pronto a lottare contro altri bambini per conquistarselo.

L’apprendimento significativo si basa su alcuni semplici fattori.

Gli elementi dell’apprendimento significativo

Gli elementi di base dell’apprendimento significativo sono:

  • concetti
  • fatti e artefatti
  • proposizioni
  • principi

I concetti

I concetti sono costanti o schemi percepiti negli eventi o negli oggetti o in testimonianze di eventi o oggetti, rappresentati da un simbolo (Novak, J. 2012).

Ecco che quindi un oggetto avente delle caratteristiche che lo rappresentano come, per esempio:

  • le ruote
  • dei finestrini di vetro
  • un volante

viene etichettato con un simbolo, la parola automobile. Questa può essere dunque utilizzata per identificare tutti gli oggetti che posseggono quelle caratteristiche (le costanti).

Fatti e artefatti

Con il termine fatto si indica una testimonianza, un simbolo o una rappresentazione valida come, per esempio, l’acqua che in natura bolle a 100°.

Ciò che invece è il frutto della creazione umana è detto artefatto come ad esempio i frammenti di ceramica di oggetti ritrovati dai ricercatori.

Le proposizioni

I concetti possono essere legati ad altri concetti, con infinite combinazioni, i quali creano le proposizioni ovvero le unità fondamentali di significato conservate in memoria.

Si potrebbe pensare ai concetti come ai mattoncini Lego i quali, legati ad altri mattoncini secondo specifiche combinazioni, creano delle costruzioni più o meno complesse, le proposizioni.

I principii

L’unione di due o più concetti attraverso le parole legame è ottenuto in un modo che li mette in relazione tra essi e questi invece sono i principii.

Un principio può essere, per esempio, la relazione tra il concetto di mucca che produce l’altro concetto, cioè il latte.

L’apprendimento significativo, oltre a basarsi su questi elementi, risponde a dei principii di base.

3. I principii base dell’apprendimento significativo

I principii di base dell’apprendimento significativo sono:

  • assimilazione
  • differenziazione progressiva
  • conciliazione integrativa
  • assimilazione per cancellazione
  • apprendimento sovraordinato
  • organizzatori anticipati

L’assimilazione

Assimilare vuol dire rendere simile e in questo contesto indica l’atto con il quale cerchiamo di trovare una similitudine tra il nuovo concetto e quello che fa già parte della memoria a lungo termine, cioè il concetto assimilatore. Esso è di fatto il fulcro della Teoria dell’apprendimento per assimilazione di Ausubel. L’assimilazione del nuovo al vecchio concetto è un processo interattivo che li coinvolge e in parte li modifica entrambi.

È come… sono le parole magiche che utilizzi quando appunto cerchi una similitudine del nuovo concetto con un altro che già conosci bene.

È come quando vuoi spiegare per esempio cos’è il cous cous. E allora dici che è come il semolino che mangiano i bambini soltanto che viene preparato con il pesce, delle verdure, condito con una salsa piccante ed è molto più saporito.

Dal punto di vista neurobiologico può essere interessante sapere che l’assimilazione di un nuovo concetto coinvolge all’incirca diecimila neuroni. Il che vuol dire che con miliardi di neuroni si possono fare, attraverso le sinapsi, infinite combinazioni tra concetti e, di conseguenza, avere una potenzialità creativa difficile anche da immaginare.

L’assimilazione per cancellazione

Quando avviene l’assimilazione vengono messi insieme concetti nuovi e vecchi, i concetti stessi modificano il rispettivo significato e, in generale, le informazioni iniziali vengono cancellate e non sono più recuperabili nella loro forma originaria.

La differenziazione progressiva

La differenziazione progressiva riguarda quel processo attraverso il quale, continuando ad assimilare nuovi concetti, la mente, e la sua struttura cognitiva, si va appunto a modificare, diventando progressivamente sempre differente rispetto alla condizione precedente l’assimilazione stessa.

La conciliazione integrativa

Conciliare vuol dire riunire insieme cioè proprio quello che accade quando si mettono appunto in collegamento i vari concetti i quali, come dicevo, modificano di volta in volta il significato. Questo legame, peraltro, può realizzarsi non solo in modo diretto, ma anche in maniera trasversale ovvero tra concetti appresi separatamente, in ambiti diversi.

Se apprendi, per esempio, che il coltello serve per tagliare la pizza puoi successivamente, e in maniera trasversale, collegare il coltello alla possibilità di sbucciare una mela. Impari cioè ad utilizzare un concetto appreso in un contesto in un altra diversa situazione.

L’apprendimento sovraordinato

Come si può intuire la conoscenza ha una struttura nella quale i concetti sono ordinati secondo una gerarchia con dei concetti primari, secondari e così via. L’apprendimento sovraordinato è relativo a questa capacità della mente di inglobare in un concetto principale, più ampio e generale, più concetti collocati ai livelli inferiori.

Un concetto è tuttavia sovraordinato in relazione al contesto.

Il concetto di alimentazione, per esempio, è sovraordinato, e quindi ingloba, i concetti di cibo, benessere, forma fisica.

Il medesimo concetto di alimentazione può essere collocato, a sua volta, a un livello inferiore nella struttura del concetto di funzioni dell’organismo che, in tale contesto, diventa il concetto sovraordinato.

Gli organizzatori anticipati

Per favorire l’apprendimento significativo e dunque il collegamento dei nuovi concetti a quelli già posseduti, Ausubel consiglia di introdurre inizialmente un concetto generale e più facilmente comprensibile che egli chiamò organizzatore anticipato.

Gli organizzatori anticipati possono essere visti come una vera e propria strategia didattica da utilizzare:

  • nello studio
  • nell’insegnamento

Essi possono essere assimilati alla strategia, che forse anche tu adotti, per costruire un puzzle. Tra le migliaia di tessere vai inizialmente alla ricerca di quelle per montare la cornice esterna del puzzle (l’organizzatore anticipato) all’interno della quale andrai a posizionare tutte le altre. Successivamente cercherai quelle dello stesso colore raggruppandole in mucchietti nei quali andrai, solo dopo, a cercare i pezzetti specifici (concetti più complessi e specifici).

E così via con tutti gli altri.

A prima vista forse l’apprendimento significativo potrà sembrarti non molto facile, ma ti accorgerai che, dopo le prime volte e soprattutto con un po’ di pratica, sarà semplice da applicare e, in particolare, straordinariamente efficace.

Un modo per agevolare l’uso dell’apprendimento significativo è utilizzare degli strumenti particolarmente utili come:

  • la mappa concettuale
  • il diagramma a V

4. La mappa concettuale

La mappa concettuale è una realizzazione grafica attraverso la quale puoi collegare, usando le parole legame, in ordine gerarchico e trasversale un insieme di concetti per rispondere a una domanda specifica.

Essa è un potente strumento grafico creato da Joseph Novak, professore di didattica alla Cornell university di New York, nell’ambito della sua Teoria dell’educazione la quale è centrata proprio sull’apprendimento significativo.

Joseph Novak
Joseph Novak

Puoi trovare un maggior approfondimento in un articolo del blog e inoltre scaricare gratuitamente la mia Guida pratica

Impara come fare una mappa concettuale

compilando il modulo al termine di questo articolo.

5. Il diagramma a V

Un altro potente strumento è il diagramma a V relativo al metodo innovativo della V euristica della conoscenza proposta da D. Bob Gowin, studioso della filosofia ed epistemologia applicate all’educazione.

La V euristica è molto semplice e allo stesso tempo uno strumento completo. Essa serve a illustrare e a collocare l’ampio numero di elementi epistemologici coinvolti nella creazione o nell’analisi di una parte della conoscenza in una struttura semplice, che aiuta a spiegarne il funzionamento (Novak, J. 2012).

L’apprendimento dunque è una funzione cognitiva essenziale e affascinante.

Puoi realizzarlo tuttavia seguendo processi e percorsi diversi. Tra questi, quello che offre maggiori garanzie di

  • efficacia
  • rapidità
  • creatività

è senza dubbio l’apprendimento significativo di cui ti ho parlato oggi che ti consente di imparare davvero.

Che tu sia uno studente, un insegnante o una persona orientata al problem solving nella vita come nel lavoro puoi trarre enormi vantaggi dall’acquisizione e dalla costante applicazione dell’apprendimento significativo.

Prova e vedrai.

Sarò molto felice e grato se lascerai qui sotto un tuo commento e ancor di più se condividerai questo articolo con tutte le persone che vuoi.

A presto.

Mappa mentale apprendimento significativo
Mappa mentale articolo

Bibliografia

Ausubel, D. (1962) A subsumption theory of meaningful learning and retention, “Journal of General Psychology”, vol 66, pp. 213-224

Ausubel, D. (1963) The psychology of meaningful verbal learning, New York: Grune & Stratton

Ausubel, D. (1968) Educational psychology: a cognitive view, New York: Rinehart & Winston, trad. it. Educazione e processi cognitivi. Guida psicologica per gli insegnanti, Milano: Franco Angeli, 1998. 

Novak, J., Costruire mappe concettuali, Trento: Centro studi Erickson

Se vuoi puoi confrontarti con me su questo e altro

E se vuoi intraprendere un percorso di crescita personale

Recensioni

Ottimo consiglio

Rated 5 out of 5
5 Dicembre 2021

Grazie per i preziosi consigli. Molto utili le mappe concettuali che utilizzo per i miei studi.

Avatar per Stefania Avidano
Stefania Avidano

Lascia una recensione

Potrebbero interessarti

Articoli correlati

dare ricevere feedback
CoachingComunicazione

Dimmi ‘COSA’ ho fatto. L’importanza di un buon feedback

In questo articolo scoprirai qualcosa in più sul significato del termine feedback, cos'è,  a cosa serve, perché può essere utile...
ComunicazioneMente e Cervello

Intelligenza pandemica. Come usarla.

In questo articolo ti parlerò proprio di intelligenza, offrendoti spunti di riflessione su come puoi porti, cosa puoi fare, soprattutto,...
Tecniche di memorizzazione
Mente e Cervello

Tecniche di memorizzazione

Perché e in che modo la mente memorizza le informazioni. Oggi troverai inoltre la descrizione delle più importanti tecniche di memorizzazione, gratis...